Meet your neighbours è una serie di scatti naturalistici raccolti tra la il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. Le fotografie hanno in comune una particolare scelta stilistica e partecipano al progetto “Meet your neighbours”, incontra i tuoi vicini, che in questo caso sono quelli che il fotografo Filippo Bortolon ha incontrato nel suo circondario.

Meet your neighbours è un progetto fotografico internazionale volto ad incoraggiare le persone a conoscere, riconoscere ed ammirare i vicini che abitano la natura che li circonda.

È un’iniziativa che nasce dall’intuizione di due fotografi, Niall Benvie e Clay Bolt nel 2009, e cresce ad oggi coinvolgendo fotografi da tutto il mondo. Lo scopo principale del progetto è creare e radicare una connessione attiva tra persone e natura circostante, per regalare allo spettatore una nuova curiosità per il suo ambiente, e restituire alla natura interesse e importanza. Aprire gli occhi attraverso l’obiettivo dei fotografi calati letteralmente nel giardino sotto casa significa riscoprire quell’universo meraviglioso e spesso dimenticato che la natura sa regalare a chi la rispetta. Le fotografie meet your neighbours si riconoscono per una particolare scelta stilistica, che prevede che l’esemplare scelto venga ritratto su sfondo bianco direttamente su campo mediante un “field studio” e sia poi liberato. Questa scelta consente di decontestualizzare temporaneamente il modello e di guardarlo attraverso una prospettiva inedita.

I fotografi meet your neighbours scendono nella natura in punta di piedi, cercando di non turbare l’ambiente né disturbare i suoi abitanti, visto che lo scopo ultimo del progetto è sviluppare una coscienza responsabile collettiva. Questa fotografia conservativa, oltre che evidente fascino artistico, si prefigge anche uno scopo didattico e di salvaguardia dell’ambiente.

Fiippo Bortolon

Nasce nel 1985 a Castelfranco Veneto (TV). Dopo studi superiori scientifici, nel 2013 consegue la laurea magistrale in biologia ambientale presso l’Università degli Studi di Trieste, dove tutt?ora vive. Durante gli studi si avvicina sempre più al mondo della fotografia, partendo da quella naturalistica macro, alla quale si sente più vicino per formazione, ma sperimentando anche generi diversi quali street photography e reportage, soprattutto durante i viaggi in Asia e Africa. Partecipa a diversi concorsi fotografici, distinguendosi per capacità tecnica e originalità degli scatti. In particolare nel 2009 espone in occasione del concorso “Artefatto: luminessenze” e lo stesso anno pubblica un suo scatto nel catalogo per il concorso fotografico indetto dal ministero per l’agricoltura “Obiettivo agricoltura”. Arriva primo ai concorsi nazionali fotografici indetti dall’Università degli Studi di Trieste in collaborazione con l’Immaginario scientifico, Sincrotrone Trieste s.c.p.a. “Arte o scienza?” nel 2010 e nel 2011. Nel 2011 si qualifica come finalista al concorso della rivista National Geographic per le categorie natura e luoghi e arriva terzo allo stesso concorso nel 2012 per la categoria mondo animale. Ad oggi collabora con diverse agenzie di comunicazione, non solo come fotografo ma anche come video maker.

Comts